banner-materie

Visual Sociology e ambiente digitale

visual-sociology

La visual sociology si occupa di immagine e di comunicazione attraverso le immagini. Lo fa partendo dal presupposto che l’immagine, sia fissa che in movimento, offra  opportunità di analisi e ricerca che non potrebbero essere colte con altri metodi.  Le sue origini risalgono agli anni 70 , quando il mondo era analogico; la trasformazione di questo mondo da analogico in digitale ha comportato una conseguente trasformazione dei principi e delle tecniche utilizzate nella visual sociology. Quando si parla di visual sociology non si parla però soltanto di tecniche di indagine ma di un vero e proprio approccio conoscitivo. Di conseguenza questo passaggio da analogico a digitale ha cambiato anche il campo di osservazione che è passato da quello materico a quello “virtuale”. E dal momento che uno dei principali campi di studio della sociologia visuale riguarda le modalità con cui le persone utilizzano l’immagine per interagire con altre persone e per fornire testimonianze sulla propria percezione delle cose, questo passaggio  ha provocato uno spostamento del ricercatore verso territori che appartengono alla dimensione della virtualità e più specificatamente delle interazioni mediate dai social network e più in generale delle piattaforme digitali.

Cosa si impara

Durante l’intervento oltre al discorso legato all’ immagine nel web, sarà anche mostrato come si sono evolute le tecniche grazie al passaggio da analogico a digitale e verranno fornite indicazioni sugli strumenti (sia software – la maggior parte open source – che hardware)  a disposizione di chi voglia utilizzare un approccio visual nell’ambito della ricerca sociale.

Il docente

Giuseppe-Losacco

Giuseppe Losacco, dottore di ricerca in Sociologia e Politiche Sociali è attualmente docente di Italy thru Italian Film   presso la Duquesne University Of Pittsburgh Rome Campus.

E’ stato uno dei primi sociologi italiani ad occuparsi di sociologia visuale ed è autore di manuali e saggi su questo argomento. Da 25 anni collabora con il dipartimento di Sociologia dell’Università di Bologna occupandosi dell’attività di ricerca e formazione del Laboratorio di Sociologia Visuale. Sempre nell’ambito della sociologia visuale ha partecipato in veste di relatore a numerosi convegni nazionali e internazionali.

Fra i suoi lavori ricordiamo: Cipriani R. , Cipolla C., Losacco G. (a cura di) (2013), La ricerca qualitativa fra tecniche tradizionali ed e-methods, MILANO:FrancoAngeli; Losacco G. (2012). Sociologia visuale e studi di territorio, MILANO, FrancoAngeli; Faccioli P., Losacco G. (2010). Nuovo manuale di sociologia visuale. Dall’analogico al digitale, p. 1-293, MILANO:FrancoAngeli.

×